Route 07 - Vademecum Turistico Lago Como Lugano Hotel Ristoranti Shopping Trekking

Vai ai contenuti

Menu principale:

Route 07

WHERE TO GO

ITINERARIO 07
CROCIERA a PIONA


Per quest’escursione è consigliabile avere un’intera giornata di tempo a disposizione. E’ possibile effettuarla in auto ma è notevolmente più godibile con le motonavi del servizio di Navigazione del Lago di Como.
Piona si trova a pochi passi dalla sommità del versante lecchese del lago di Como, nelle vicinanze di Colico, cittadina al confine tra le province di Lecco e di Sondrio: la distanza stradale da Como è di circa 80 km.
Optando per la soluzione “battello”, innanzitutto si ha la possibilità di ammirare tutte le bellezze che il Lago offre al turista (ville d’epoca, borghi caratteristici, insenature non raggiungibili via strada e molto altro ancora), in più si può approfittare della possibilità di viaggiare in relax senza alcun tipo d’assillo derivante dal traffico ed infine è possibile godere dello splendore del sole, per un supplemento d’abbronzatura, senza soffrire della calura grazie al movimento del battello.
Piona, sovrastata dall’imponente mole del Monte Legnone (il più alto del lago: oltre 2600 metri), come già detto poc’anzi, si trova poco più a sud di Colico e del Trivio di Fuentes (dal nome dell’omonimo castello), punto di transito per la Valchiavenna e la Valtellina.
A Piona troviamo l’antica Abbazia, in posizione panoramica, all’estremità di una piccola penisola che chiude un’insenatura del Lago e che prende il nome di “Laghetto di Piona”. Questo complesso conventuale fu fondato dai monaci cluniacensi in epoca medievale e serviva da presidio della zona: dell’antica costruzione rimangono la Chiesa (restaurata) di pregevole architettura comacina dell’XI° secolo ed il chiostro, romanico gotico (risalente alla metà del XIII° secolo), preceduto da un atrio con affresco del 1400.
L’elegante quadriportico fu realizzato in marmo bianco e nero oltre che in cotto e rivela influenze gotico francesi nelle sculture dei capitelli.
L’Abbazia iniziò un periodo di decadenza sempre più evidente fino al punto che venne soppressa nel XVII° secolo. All’inizio del ‘900 fu restaurata e, oggi, è di proprietà dei monaci cistercensi di Calamari che qui producono vari liquori tra cui le famose “Gocce Imperiali”.

Hotels Restaurants Shopping Events Photos Webcams Places & more...
powered by GMCS©
Torna ai contenuti | Torna al menu