Alto Lago Comasco - Vademecum Turistico Lago Como Lugano Hotel Ristoranti Shopping Trekking

Vai ai contenuti

Menu principale:

Alto Lago Comasco

WHERE TO GO

Località del Lago di Como
l'Alto Lago di Como

(sponda comasca)

PIANELLO

del LARIO


La località è sede del "Museo della Barca Lariana", ospitato all'interno di una vecchia filanda ottocentesca: contiene oltre 160 natanti risalenti fino al '700, nonché attrezzi vari e le tipiche imbarcazioni lariane (le "Lucia"). Oggi è sicuramente un punto di riferimento per la conoscenza e la storia della nautica lacuale.

CREMIA


Il segno più evidente della cristianità, in questo paese, è rappresentato dalla Chiesa dei Santi Vito e Modesto. I due campanili, uno dei quali quasi millenario, sono la prima cosa che si può scorgere; anche i resti delle vecchie filande sono visibili in questo tratto di lago. Nell'antico Monastero delle Umiliate, oggi chiesa parrocchiale, vi è un altorilievo risalente al '500, dove si può ammirare un'incantevole immagine della Madonna che allatta (detta "Madonna del Latte"), iconografia piuttosto ricorrente in queste zone.

MUSSO


Questo comune, grazie alla posizione particolarmente soleggiata, gode di un clima molto mite: testimonianza di questo è il "Giardino del Merlo", in cui in passato si rincorrevano fiori e piante di vario genere, un parco con giochi d'acqua, passaggi nascosti e grotte. La località visse un passato burrascoso ed a testimonianza di ciò, oggi, vi sono i resti del "Sasso di Musso": antica fortificazione che nel 1522 divenne residenza dello spietato condottiero Gian Giacomo Medici (detto "il Medeghino"). Altri simboli della zona sono la chiesetta di origine longobarda dedicata a Sant'Eufemia e le cave di marmo bianco con cui fu costruito il Duomo di Como.

DONGO


Passeggiando per il centro storico si può trovare una via dedicata a Francesca Scanagatta, ragazza dotata di grande coraggio che divenne cittadina donghese. Francesca, nata a Milano nel 1700 da una facoltosa famiglia, prese il posto del fratello poco prima che questi partisse per l'Accademia Militare di Neustadt (Austria), facendo onore al suo esercito finché non venne scoperta e destituita dall'incarico con tutti gli onori che si meritava.

GRAVEDONA


Località già presente in epoca romana, divenne capoluogo della Comunità delle Tre Pievi, che comprendeva i comuni di Sorico, Dongo e Gravedona. Di particolare interesse architettonico sono la Parrocchiale di San Vincenzo e la Chiesa dedicata a Santa Maria del Tiglio (XII secolo) con il caratteristico campanile ottagonale collocato al centro. Molto famoso è anche "Palazzo Gallio", costruito fra il 1583 ed il 1620: l'edificio venne denominato anche "Palazzo delle Quattro Torri", in quanto la struttura principale ha un perimetro quadrato e ad ogni angolo è presente una torre, segno di antiche fortificazioni. Il palazzo oggi è sede della Comunità Montana dell'Alto Lario ed è circondato da un ricco giardino.

DOMASO


Si tratta di una cittadina a ridosso delle pendici del Sasso Pelo: in questo piccolo paradiso, dallo scenario incontaminato, è possibile praticare una serie di sport d'acqua e d'aria, grazie al clima mite che ne fa' una località turistica in continua espansione. Domaso non è solo modernità ed impianti turistici, ma offre anche un centro storico con la Parrocchiale di San Bartolomeo, i resti del Convento delle Orsoline e della Chiesa di San Giovanni Battista, per non parlare delle ottocentesche ville. La più famosa è "Villa Camilla", oggi sede comunale, nota soprattutto per le bellissime magnolie. Poco distante da Domaso, si trova la "Riserva del Pian di Spagna", un paradiso naturalistico che si estende dalla foce del fiume Mera fino al laghetto di Mezzola. Inizialmente si trattava di una zona paludosa, in parte bonificata e chiamata in questo modo per via degli insediamenti di truppe spagnole presenti anche in altre zone del lago (basti ricordare il "Forte di Fuentes", di cui si possono ancora ammirare le rovine). Nella riserva vivono animali di ogni specie e si possono percorrere sentieri più o meno impervi, il più suggestivo dei quali porta alla millenaria chiesetta dedicata a San Fedelino.

Back

Hotels Restaurants Shopping Events Photos Webcams Places & more...
powered by GMCS©
Torna ai contenuti | Torna al menu